#ICinque: Libri autunnali

Cari lettori occasionali,

le giornate si stanno sensibilmente accorciando e questo per me significa che i libri, al contrario, si allungano.

Sì, per me l’autunno è la stagione in cui tirare fuori dalla libreria -o dall’ereader, for that matter- il tomone da quattro o cinquecento -o di più- pagine.

Perché tanto fa freddo, piove, di uscire non ha più voglia nessuno. E allora cosa c’è di meglio che immergersi in un mondo, così come solo i romanzi lunghi ed elaborati riescono a suggerirtelo?

Ecco dunque la mia selezione di romanzi che per lunghezza e atmosfere risultano perfetti per le giornate autunnali.

Pronti? Via. E mi raccomando, fatemi sapere se siete d’accordo con me, se avete letto i romanzi in questione oppure se credete mi sbagli di grosso.

Baci in fronte,

G.


 

JANE EYRE

Charlotte Brontë

Jane Eyre

Prezzo: 16 euro

Pagine: 580

Link: http://amzn.to/2xUS0Hh

In una sera nebbiosa, lungo strade impastate di fango, Jane Eyre arriva a Thornfield Hall. Ha diciott’anni e non sa che la sua vita è a una svolta. Orfana, è stata allevata da una zia tutt’altro che amorevole e poi mandata in collegio, dov’è rimasta otto anni, prima come allieva, poi come maestra. Il suo carattere forte e indipendente, lo stesso che le ha fatto guadagnare la fama di ragazzina ribelle durante l’infanzia, l’ha spinta a lasciare le pareti opprimenti di Lowood per cercare lavoro come bambinaia, rispondendo al richiamo del mondo. A Thornfield Hall, Jane si occuperà della piccola Adele, la protetta di Mr Rochester, un uomo sui quarant’anni, tratti duri, aspetto autoritario. Per Jane questa nuova casa è una scuola di vita. Conosce l’indipendenza e una tranquillità mai goduta prima. Ma soprattutto conosce l’amore di Mr Rochester. Un amore travolgente, sensuale e inevitabile fin dal primo incontro: “Se questo estraneo mi avesse sorriso e fosse stato cordiale con me, se avesse respinto la mia proposta di aiuto con allegria e gentilezza, sarei andata per la mia strada e non mi sarei sentita di fare nuove domande: ma il cipiglio e la ruvidezza del viaggiatore mi misero a mio agio; rimasi dov’ero quando mi fece segno di andarmene.” Presto però i sogni di Jane si rivelano impossibili, destinati a farsi soffocare dal passato oscuro di Rochester, quel passato che sempre più forte riecheggia minaccioso…

Uno dei miei libri preferiti. Perfetto per le lunghe sere d’autunno. Evoca nebbie mattutine e il suono della pioggia, almeno a me.

 

GRANDI SPERANZE

Charles Dickens

Grandi speranze

Prezzo: 12 euro

Pagine: 574

Link: http://amzn.to/2yrKGWM

Philip, detto Pip, avviato a diventare fabbro del villaggio, si trova a possedere una ingente somma di denaro, donatagli da un misterioso benefattore che lui crede essere Miss Havisham, una donna eccentrica che da quando vive a Londra va talvolta a trovare. La Havisham ha come protetta una ragazza, Estella, che educa con lo scopo di far soffrire gli uomini per vendicarsi di essere stata abbandonata il giorno delle nozze, ragazza di cui Pip si innamora. Si scopre che il vero benefattore è il forzato Magwitch che un giorno Pip aiutò, e che è anche il padre di Estella. La ragazza farà poi un infelice matrimonio, mentre il denaro di Magwitch sarà incamerato dallo stato. Pip fa ritorno al villaggio dove riprende a frequentare una Estella cambiata.

Avrei in effetti potuto scegliere uno qualsiasi dei romanzi di Dickens ma Grandi Speranze è stato il primo che ho letto e forse per questo, forse per il fatto che il folle decadimento di Miss Havisham mi ricorda quello della natura autunnale, non potevo che consigliarvelo.

I MISTERI DI UDOLPHO

Ann Radcliffe

I misteri di Udolpho

Prezzo: 15 euro

Pagine: 1029

Link: http://amzn.to/2wyhgRT

Considerato l’archetipo del romanzo gotico, “I misteri di Udolpho” fu pubblicato nel 1794, anno dell’ascesa e della caduta di Robespierre. Sull’apparente struttura del racconto di formazione femminile, Ann Radcliffe modella un percorso attraverso gli spazi sublimi del terrore, nei quali l’eroina si smarrisce in una vertigine noir che la conduce oltre i limiti della ragione e della natura. Nella Francia del 1584 la giovane e sensibile Emily St. Aubert, rimasta orfana di entrambi i genitori, viene rinchiusa dalla zia Madame Cheron e dal suo compagno, il perverso zio Montoni, nel tenebroso castello di Udolpho, sugli Appennini. Solo dopo una convulsa serie di avvenimenti agghiaccianti Emily riesce a riacquistare la libertà e a ricongiungersi con il suo innamorato, Valancourt. L’introduzione al romanzo di Viola Papetti, oltre a definire il genere gotico, racconta come la “debole mano” di Ann Radcliffe sia riuscita a trasfigurare il castello di Udolpho in una perfetta e animata macchina del terrore.

Un buon romanzo gotico va bene in ogni stagione ma va meglio quando inizia a fare freddo. Da leggersi preferibilmente durante una notte buia e tempestosa. Se vi salta la luce in casa, anche meglio.

 

MELMOTH L’ERRANTE

Charles R. Maturin

Melmoth l’errante

Prezzo: 9 euro

Pagine: 791

Link: http://amzn.to/2fTC9nH

l libro contiene due racconti. Il primo di Maturin è la storia di un umo, Melmoth, che ha fatto un patto col diavolo: in cambio dell’anima ottiene il prolungamento della vita. E se riuscirà a trovare chi condivida la sua sorte eviterà la dannazione. Il patto risale al XVII secolo e in una serie di episodi, generazione per generazione, Melmoth ottiene solo rifiuti: anche il prigioniero di un manicomio, anche una vittima dell’Inquisizione, nessuno accetta il suo patto. Altro filo conduttore è rappresentato dai suoi amori con la giovanissima Isadora (la sposerà per mezzo di uno spettro e ne ucciderà in duello il fratello…). La ricchezza di scene di terrore e di raccapriccio ha contribuito a farlo diventare un autentico bestselter internazionale. Dimostrazione ne è il secondo racconto contenuto nel volume scritto da Honoré de Balzac: “Melmoth riconciliato”, che costituisce quello che in termini cinematografici è un “sequel”. Nella classica ambientazione del mondo finanziario parigino (la Casa Nucingen), un cassiere disonesto che sta per fare un grosso ultimo colpo per poi fuggire, viene sorpreso dall’arrivo di un inquietante personaggio: John Melmoth che gli propone l’ormai consueto patto. Il cassiere accetta ma dopo una breve ebbrezza si accorge di aver fatto un pessimo affare e torna a cercare Melmoth ma scopre che, riconquistata l’anima, è morto santamente riconciliato con Dio. Non gli resta quindi che cercare una nuova vittima: la troverà nel banchiere Claperon, minacciato dal fallimento.

Classico ma meno conosciuto di altre opere dello stesso genere. I patti col diavolo sono sempre un ottimo argomento, soprattutto quando si avvicina Halloween.

 

LA DONNA IN BIANCO

Wilkie Collins

La donna in bianco

Prezzo: 18,50 euro

Pagine: 745

Link: http://amzn.to/2yq1Yn2

Quale terribile segreto nasconde la misteriosa figura femminile che si aggira di notte per le buie strade di Londra? Questo è solo il primo di una serie di intrighi, apparizioni e sparizioni, delitti e scambi di identità che compongono la trama de “La donna in bianco”, tessuta con sapienza da Wilkie Collins. Nel 1860 Charles Dickens pubblicò il romanzo a puntate sulla sua rivista “All the Year Round” suscitando un grande interesse nel pubblico, che seguì per un intero anno le vicende della sventurata Anne Catherick e quelle degli altri personaggi, descritti con abilità psicologica, come l’impavida Marian Halcombe, il coraggioso Walter Hartright e l’affascinante quanto ambiguo conte Fosco. È passato un secolo e mezzo e le cose non sono cambiate. Anche il lettore moderno più smaliziato non può che rimanere piacevolmente intrappolato negli ingranaggi di questa macchina narrativa, che ha segnato per sempre la tradizione del mistery, facendo guadagnare al suo autore l’attributo di “padre del poliziesco moderno”. Non c’è lunghezza che tenga: di un libro del genere si arriva sempre al fondo con rimpianto.

Una donna vestita di bianco compare per le strade della città. Chiede aiuto, vuole essere accompagnata a casa. Wilkie Collins ci tesse sopra un romanzo che è diventato leggenda e che vi terrà incollati alle sue 745 e passa pagine.


 

Annunci

3 pensieri su “#ICinque: Libri autunnali

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...